Capelli Haircare

Impacco con Gel amido di mais Gam e non solo

Ciao, oggi ti volevo raccontare di un esperimento che ho fatto qualche giorno fa.
Niente di strano, lo chiamo esperimento perché non sono solita fare i cosiddetti spignatti, come gli impacchi per capelli, usando ingredienti che si hanno in casa o comunque di facile reperibilità.
Per una volta ho voluto provare, ed ho cominciato con il cosiddetto GAM, cioè gel all’amido di mais.

In cosa consiste?
Beh, se vuoi solo preparare il gam, non ti occorre niente di più che amido di mais (si trova al supermercato nel reparto dolci) e acqua.
L’amido di mais riesce a conferire ai capelli idratazione, ma siccome io volevo un impacco un pochino più completo, che andasse ad apportare sia idratazione che nutrimento, ho deciso di aggiungere diversi ingredienti.

Prima di spiegarti cosa ho fatto, ti dico altre due parole sul Gam, sperando siano di tuo interesse.Innanzitutto, questo impacco è gradito ai capelli ricci o mossi, per le proprietà idratanti che va ad apportare, rendendoli morbidi e corposi.Ci sono persone che lo utilizzano anche come prodotto di styling, ma io non ti consiglio e non ho voluto provare questo utilizzo, perché trattandosi di un prodotto in polvere, quando i capelli si asciugano, è molto facile (se non sicuro) che ci si ritrovi una polverina antiestetica tra i capelli.
Ecco quindi, cosa ho fatto io.
Ho deciso di fare un impacco preshampoo, come ti accennavo, sia idratante che nutriente.

Ti elenco i prodotti utilizzati e poi ti spiego preparazione e modo d’uso, ah, e ovviamente, ti mostro il risultato.
Per il Gam

• amido di mais ( 1 cucchiaio colmo)
• 200 ml di acqua fredda

Per arricchirlo

• 1 cucchiaio di impacco rinforzante alla spirulina Gyada Cosmetics
• 2 cucchiaini (circa) Urka gel mask Parentesi Bio
• 1 cucchiaino raso Coco silicone La Saponaria
1 cucchiaino colmo olio di cocco
• 1 cucchiaino olio di avocado

Preparare il gel all’amido di mais è molto semplice.
La prima cosa da fare è mettere in una ciotola l’acqua e versarci l’amido, mescolare bene, in modo che la polvere si sciolga. Non serve molto tempo, vedrete l’acqua prendere un colore bianco lattiginoso ed in pochi secondi la polvere si sarà sciolta.

Dopo questo passaggio questo liquido va versato in un pentolino e messo sul fuoco a fiamma bassa, mescolando continuamente, in pochi minuti si addenserà raggiungendo una consistenza gelatinosa, ed ecco ottenuto, appunto il gel all’amido di mais (fattibile anche con altri tipi di amido, ma per ora, ti parlo di quello che ho provato)
Spento il fuoco, il composto va lasciato raffreddare un pochino.

Io l’ho utilizzato come impacco preshampoo, quindi nel frattempo sono andata a lavare i capelli, con un leggero shampoo perché avevo troppi residui di prodotti da eliminare, in alternativa si può usare come impacco dopo lo shampoo, come preferisci.

Una volta tamponati i capelli, ed arricchito il mio gel con gli ingredienti che ti ho elencato, l’ho applicato su lunghezze e punte mentre era ancora tiepido.
Ho massaggiato bene, in piccola parte anche sul cuoio capelluto perché conteneva l’impacco Gyada alla spirulina e Urka gel mask.Poi ho avvolto i capelli con la pellicola trasparente che si usa per gli alimenti, e messo un asciugamano avvolto a mo’ di turbante.

Ho tenuto in posa un paio d’ore e poi lavato i capelli e districati con un balsamo perché non avevano necessità di un prodotto troppo corposo.Ho asciugato i capelli con diffusore, anzi, nello specifico ho usato per la seconda volta il mio nuovo phon.
Un Parlux Alyon nel colore blu notte, che sto adorando, con un diffusore che hanno lanciato da pochissimo e… sarà stata la combo di tutto, ma il risultato mi è piaciuto davvero tanto

Ovviamente ho utilizzato anche dei prodotti di styling, ma in questo post, ho voluto concentrarmi solo sul mio impacco, ma se vuoi su Instagram ci sono spesso le mie routine aggiornate con i prodotti che uso di volta in voltaE tu?
Cosa ne pensi? Hai mai fatto il gam?So che sono in tante le ragazze con capelli ricci che lo amano, fammi sapere la tua opinione.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.