Cosmetici che cambiano nome

Più volte nel corso degli anni è  successo che dei prodotti cambiassero nome. Soprattutto in questi ultimi anni, in cui il mondo del makeup ha acquistato un’ampia fetta di pubblico sul web, abbiamo scoperto che prodotti che eravamo abituati a chiamare in un certo modo hanno cambiato nome.
Se torniamo indietro negli anni un esempio classico è il mascara.. mai sentito dire rimmel? Eh già ci sono ancora (poche) persone che lo chiamano così.
Negli ultimi tempi invece hanno cambiato nome in particolare due prodotti.
Se per caso siete tra le poche che si ostinano a dire fard, sappiate che tra non molto potrebbero non capire di cosa parlate,  adesso si dice blush (si pronuncia blash).
E l’altro è un prodotto da cui siamo invase soprattutto in questo periodo natalizio, in fondo, è sempre stato un classico regalare una trousse.  Una cosa??  Si chiama palette (pronunciato senza la e finale)
Non so bene perché avvengano questi cambiamenti,  che ci colgono impreparate e a cui dobbiamo adeguarci perché come si suol dire dobbiamo stare al passo con i tempi, sicuramente ci sono dietro strategie di marketing che servono ad ampliare la vendita di cosmetici,  un pò come quando inseriscono nuovi prodotti e devono colpire in qualche modo la nostra attenzione. L’esempio classico è quello del primer. Mai prima ci era stato proposto un prodotto che preparasse la pelle al trucco e a farlo durare più a lungo, adesso ogni marchio cosmetico ne ha almeno uno.
Si, i tempi cambiano,  speriamo in meglio. E voi cosa ne pensate? Già pronte a nuovi termini e nuovi prodotti?

13 thoughts on “Cosmetici che cambiano nome

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.